Steven Siro “Steve” Vai (nato il 6 giugno 1960) è un chitarrista americano di origini italiane. La sua attività musicale oltre a quella chitarristica, si espande anche a livello di composizione e produzione, lo ha portato a vendere circa 15 milioni di dischi e vincere 3 Grammy Awards. Prima di cominciare la sua carriera musicale solista, Vai è stato nella band di Frank Zappa per 2 anni, dal 1980 al 1982. Steve cominiciò la sua carriera solista nel 1983 e finora ha composto 8 album solisti. Oltre ai lavori con Frank Zappa, Vai ha anche collaborato (in studio e in tour) con Public Image Ltd., Alcatrazz, David Lee Roth e Whitesnake. Vai è anche un membro del G3, con cui iniziò nel 1996. Nel 1999 ha dato vita alla sua etichetta di registrazione, Favored Nations.

Gli anni ’70 e ’80
Vai cominciò a suonare la chitarra nel 1973. Nel 1974 prese lezioni di chitarra dal chitarrista Joe Satriani e suonò in numerose band locali, una di queste si chiamava “The Steve Vais”. E’ riconosciuto per l’influenza di molti chitarristi incluso Jeff Beck, Brian May, Jimmy Page, Glen Buxton e Alan Holdsworth. Vai seguì anche lezioni al Berklee College of Music, dopodichè registrò un pezzo promozionale che presentò all’audizione per Frank Zappa all’età di 20 anni. Vai inviò a Frank Zappa la trascrizione di “The black page”, un pezzo strumentale per batteria, con delle sue registrazioni. Zappa fu così impressionato che, nel 1979, lo portò con se per trascrivere i suoi soli di chitarra, incluso parte dell’album “Joe’s garage” e “Shut up ‘n play yer guitar”. Le trascrizioni furono pubblicate nel 1982 nel “Frank Zappa Guitar Book”.
Dopo essere stato assunto come trascrittore, Vai compose molte delle parti di chitarra per l’album di Frank Zappa “You are what you is”, dopodichè divenne un membro effettivo della band e nell’autunno del 1980 prese parte al tour. Uno di quei concerti con Vai alla chitarra, registrato a Buffalo, uscì nel 2007. Zappa soprannominò Vai come “little Italian virtuoso”e nelle note dei dischi viene soprannonminato come “stunt guitar” o “impossible guitar parts”. Anni dopo, nel 1993, Vai fu un’artista della compilation “Zappa’s Universe”. Nel 2006 è tornato a suonare dei brani di Frank Zappa come special guest nel tour Zappa plays Zappa, con Dweezil Zappa, figlio di Frank nonchè amici di lunga data.
Dopo aver lasciato Zappa nel 1982, andò in California dove registrò il suo primo album, Flex-able, nel 1983 e suonò in alcune band. Nel 1985 rimpiazzò Yngwie Malmsteen come chitarrista solista nella band di Graham Bonnet, gli Alcatrazz, con i quali registrò l’album Disturbing the peace. Nel 1985 si unì alla band dell’ex frontman dei Van Halen ovvero David Lee Roth con il quale registrò gli album Eat’em and smile e Skyscraper. Nel 1986 Vai suonò con John Lydon nei Public Image Ltd nell’album “Album” (conosciuto anche come “Compact Disc” o “Cassette”). Nel 1989, Vai entra nei Whitesnake, rimpiazzando Vivian Campbell. Vai suonò anche nell’album “Slip of the tongue”, sostituendo il chitarrista Adrian Vandenberg, infortunatosi al polso poco tempo prima della registrazione dell’album. Vai suonò anche con Alice Cooper nell’album “Hey stoopid!”, insieme a Joe Satriani nella canzone “Feed my Frankenstein”.

Gli anni ’90 e ’00
Vai continua i tour con regolarità con il suo gruppo e con il suo primo insegnante, incredibile chitarrista e amico Joe Satriani nel G3 insieme al precedente bassista della band di David Lee Roth e dei Mr. Big, Billy Sheehan. Nel 1990 esce il suo album solista più acclamato dalla critica: “Passion and warfare”.
La canzone “For the love of God” è stata votata al 29° posto nel sondaggio “I 100 migliori soli di chitarra di tutti i tempi” del Guitar World Magazine. Nel 1994 Vai scrive e registra con Ozzy Osborune. Una sola traccia da queste sessioni, “My little man”, fu inserita nell’album “Ozzmosis”. Nonostante abbia firmato la traccia, Vai non appare nelle note dell’album. Le sue parti di chitarra vengono rimpiazzate da Zakk Wyld. Un’altra traccia “Dyin’day” appare nel suo album strumentale “Fire Garden”. Nel 1990 la band di Vai è formata da Mike Mangini alla batteria, Mike Keneally alla chitarra e Philip Bynoe al basso.
Nel 1994 Vai riceve un Grammy Award per la sua performance sulla canzone di Frank Zappa “Sofa” nell’album “Zappa’s Universe”.
Steve Vai ha rilasciato un DVD della sua performance al The Astoria a Londra nel Dicembre 2001. La performance include Billy Sheehan al basso, Tony Macalpine alla chitarra e al piano, Dave Weiner alla chitarra e Virgil Donati alla batteria. Nel luglio del 2002, Steve ha suonato con la Tokyo Metropolitan Symphony Orchestra al The Suntory Hall di Tokyo, in Giappone, nella premiére mondiale del compositore Ichiro Nodaira dal titolo “Fire Strings”, un concerto per chitarra elettrica e orchestra da 100 elementi.
Nel 2004, un numero di sue composizioni e arrangiamenti per orchestra inclusi alcuni brani registrati precedentemente, sono stati suonati in Olanda dalla Metropole Orchestra in una serie di concerti intitolata “The Aching Hunger”.
Nel 2003 il batterista Jeremy Colson entra a far parte della band di Vai, rimpiazzando Virgil Donati.
Nel Febbraio del 2005, Vai fa parte in un duetto chitarristico (elettrico e classic) nel brano “The blossom suite” con la chitarrista classica Sharon Isbin presso lo Chatelet Theatre di Parigi.
Nel 2006 Vai suonò come special guest insieme ad altri membri della band di Frank Zappa, il batterista Terry Bozzio, il chitarrista e cantante Ray White, il sassofonista e cantante Napoleon Murphy Brock nel tour “Zappa plays Zappa”, ‘capitanato’ dal figlio di Frank, Dweezil Zappa.
Il 21 Settembre del 2006, Vai è ospite al Video Games Live Concert presso l’Hollywood Bowl ad Hollywood, California. Ha suonato 2 canzoni insieme all’Hollywood Bowl Orchestra; Halo theme e una seconda canzone per la premiére mondiale del trailer di Halo 3.
Steve è stato presente anche al London Guitar Show il 28 Aprile 2007 presso l’Excel Center. Nel tardo aprile del 2007, Vai conferma il nuovo album Sound Theories, che è uscita il 26 Giugno 2007. L’album è composto da 2 cd, prettamente con brani già editi ma riarrangiati da Vai e suonati con un’orchestra. Vai disse che era un grande progetto perchè si considera più un compositore che un chitarrista ed è felice nel vedere un’orchestra che suona la sua musica. Un anno dopo è uscito anche un DVD.
Steve è stato lo special guest nell’album dei Dream Theater “Systematic Chaos”, nella canzone “Repentance”. Sul brano Vai registra solo parti vocali.
Il 29 agosto 2009 Vai suona con i Dream Theater durante lo show finale del Progressive Nation Tour presso il Greek Theater, dove ha improvvistao una jam con gli altri musicisti in tour. Su un’intervista di Broken Records Magazine, Vai dichiara: “Mi diverto a sfidare me stesso con nuove idee che credo siano uniche”.
Nel 2010, Vai ha rilasciato differenti singoli nel suo archivio “VaiTunes”, tracce che erano state registrate precedentemente e successivamente terminate. Sono disponibili sul sito ufficiale www.vai.com, iTunes e www.amazon.com.
Il 14 Settembre 2010 Steve ha rilasciato “Where the wild things are” in doppio vinile tramite la sua etichetta Favore Nations ed è stato ospite con Rickey Minor al The Tonight Show Band sulla NBC.
Nell’ottobre del 2010 Steve ha completato la sua prima sinfonia completa e ha suonato la composizione allo Steve Vai Festival insieme alla North Netherland Symphony Orchestra (NNO) dal 20 al 24 Ottobre del 2010.
Immediatamente dopo gli show olandesi Steve ha preso parte all’ “Experience Hendrix Tour” insieme a Eric Johnson, Kenny Wayne Shephard, Susan Tedeschi, Billy Cox, Vernon Reid, Robert Randolph, Johnny Lang, Brad Whitford e altri chitarristi famosi.